SCARS ON BROADWAY @ ROLLING STONES

Il concerto é stato il 2/9/2008 alle ore 21.00 Fatevi i conti di quanto é passato!

Alter Bridge @ Padova

sono trascorsi: dal concerto degli Alter Bridge..


Scaletta Scarsi

giovedì 29 gennaio 2009

Noi stiamo con Di Pietro!

Siamo alle solite cari Scarsi!
Dopo la manifestazione a Roma di ieri indetta da Antonio Di Pietro per solidarietà con le vittime della mafia e verso il procuratore capo di Salerno, Luigi Apicella, si è alzata l'ormai tediosa voce della stampa italiana che, come la classe politica compatta (eccetto IdV ovviamente), si è soffermata a commentare una frase detta da Di Pietro, quella sul silenzio mafioso del presidente Napolitano.
Noi Scarsi abbiamo avuto modo di informarci prima della manifestazione e seguendo i vari appelli abbiamo potuto farci un quadro della situazione. I concetti, non le parole, espressi da Di Pietro sono verità sacrosante. E con lui tutti coloro che sono intervenuti sul palco: Beppe Grillo, Salvatore Borsellino, Sonia Alfano, ...
Noi ci sentiamo con loro perchè crediamo nella giustizia, quella vera, quella con la G maiuscola, quella di chi si batte per far rispettare la legge. Ed è vergognoso che un capo dello Stato abbiamo firmato una legge come il lodo Alfano che permette a 4 persone di essere più uguali degli altri di fronte alla legge. Una legge incostutizionale che il capo dello Stato ha firmato! Ha firmato e non ha detto niente! Questo è il fatto grave, non le parole di Di Pietro! Di questo dovrebbero parlare i giornali e non fermarsi alla forma delle frasi dette da Di Pietro che, poverino, l'unica colpa che ha è quella che non ha una dialettica perfetta però le sue idee le sa esprimere e sono da noi pienamente condivise.
Il presidente Napolitano è anche il presidente del Consiglio Superiore della Magistratura e non ha detto niente quando il ministro Alfano ha deciso di sospendere lo stipendio al procuratore capo di Salerno Luigi Apicella, reo di aver adempiuto al suo dovere. Dato che si stava nuovamente scoperchiando il calderone sull'inchiesta di Luigi De Magistris, a sua volta trasferito a Napoli perchè conduceva indagini scomode ai poteri forti, serviva un pretesto per poter contrastare questo ennesimo magistrato che non si sottomette ad ordini politici.
Se volete farvi un'idea:
- Marco Travaglio - Scontro finale tra partiti e magistratura
- Marco Travaglio - Associazione Nazionale Magistrati Strabici
- Io so (Salvatore Borsellino)
- Io so (Sonia Alfano)
- Io so (Marco Travaglio)
- Io so (Carlo Vulpio)
- Io so (Antonio Di Pietro)
- Io so (Beppe Grillo)

Meditate gente, meditate!
Gli elmetti sono lucidati! Ripeto: gli elmetti sono lucidati!
Posta un commento